Museo dell'Arte Vetraria Altarese

NEWS

Presentazione del libro : Grecia 2013-2020. Diari del secondo millennio” 

Sabato 13 novembre, ore 17

Dopo l’introduzione del prof. Andrea Piccardi, Michele Buzzi presenterà il suo libro, recentemente edito, con una conferenza sul tema “tra il mar Ligure ed il mare Egeo” mediante l’ausilio della proiezione di foto e immagini tratti dai viaggi dell’Autore stesso in terra ellenica.

Sono moltissime le relazioni storiche, artistiche, linguistiche che legano la nostra Liguria alla Grecia antica e moderna. L’incredibile vicenda della famiglia Giustiniani e dell’isola di Chios, i poeti Eugenio Montale e Konstantinos Kavafis, il savonese Mario Lago per oltre quindici anni governatore dell’isola di Rodi. Questi ed altri temi legati alla Grecia e l’Italia verranno raccontati con la proiezione di immagini fatte dall’autore nel corso dei suoi viaggi in terra ellenica.

SINOSSI DEL LIBRO

Sette racconti di viaggio ambientati nella Grecia del secondo millennio, dai luoghi del turismo di massa ai monasteri inaccessibili del monte Athos, dalle tradizionali taverne sulla spiaggia ai locali più trasgressivi di Mykonos, attraverso i tramonti, il vento, la luce ed i colori magici delle Cicladi e delle tante isole del mar Egeo. Un vagabondare senza meta tra angoli di paradiso e crisi economica, modernità e tradizione, beach bar e antichissime Acropoli, città, chiese e palazzi costruiti nel corso dei secoli ad opera di conquistatori greci, romani, veneziani, genovesi, turchi, italiani. Un lungo viaggio verso Itaca, nel momento in cui il mondo e la cultura dell’Occidente sembrano volgere al termine, un ritorno alle origini, nei luoghi dove è cominciato tutto quello che siamo e quello che abbiamo imparato, l’arte, la filosofia, la musica, la fisica e la metafisica.

Non solo un salto nel tempo e nello spazio nell’Antica Grecia, ma anche e soprattutto un viaggio in tutti i sensi, da vivere con la mente e con il cuore. “Grecia 2013-2020. Diari del secondo millennio” è l’interessante Opera dell’autore Michele Buzzi che, edita dalla Casa Editrice BookSprint Edizioni, è attualmente disponibile nel doppio formato cartaceo \ e-book.

Il volume percorre tutte quelle che sono le mete più o meno gettonate della Grecia portando a scoprire usi, costumi, abitudini, luoghi, tradizioni che si perpetuano da migliaia di anni e che nonostante il loro reiterarsi sono sempre nuove e attuali. Attraverso le descrizioni dettagliate sembra di muoversi su spiagge, coste rocciose, salite impervie alla scoperta di luoghi nascosti, chiese, reperti di quella Grecia così indissolubilmente legata al Mediterraneo ed anche alla nostra storia italiana e ligure.

Un’Opera capace di far tornare indietro nel tempo, trasportando il lettore in terre lontane pur facendolo restare fermo nella propria poltrona e nella propria vita. Un testo che, in questo particolare momento storico in cui si è costretti dalle circostanze a cercare di limitare gli spostamenti il più possibile, rappresenta una ventata d’aria fresca che sa di sole e salsedine, di miti e di eroi, e che scava in fondo a ciascuno di noi.

Di professione ingegnere meccanico, Michele Buzzi a vive Noli (SV). È stato per molti anni Capo Delegazione FAI di Savona. Coltiva da sempre due grandi passioni: la musica lirica ed i viaggi indipendenti. È convinto che esplorare luoghi sconosciuti, percorrere nuove strade, imbattersi in incontri casuali può essere un antidoto al trascorrere degli anni ed un modo di vivere in cui ciò che conta non è la meta ma il viaggio stesso.

SAN MARTINO

Un fine settimana all’insegna di grandi eventi per il Museo dell’Arte Vetraria Altarese

Sabato 13 novembre verrà presentata la bottiglia commemorativa
realizzata in occasione di San Martino, festa legata all’antica arte della lavorazione del vetro: proprio il giorno di San Martino, nei secoli passati, si accendevano le fornaci e iniziava il periodo lavorativo dei vetrai che si concludeva il 24 giugno, giorno di San Giovanni.

La bottiglia dell’edizione 2021 della Cantina Acquesi 1952 presenta un motivo floreale riconducibile allo stile liberty che caratterizza l’architettura e la decorazione di Villa Rosa, sede del Museo dell’Arte Vetraria Altarese. Applicata sul vetro l’etichetta riportante il logo del Museo a testimonianza della collaborazione per questa speciale edizione della bottiglia.

Anticamente la lavorazione del vetro si svolgeva da San Martino (11 novembre) a San Giovanni (24 giugno). Nei restanti mesi le fornaci venivano approvvigionate di legna, combustibile usato allora per fondere il vetro, e di altre materie prime. L’accensione dei forni era una vera e propria cerimonia detta “La Messa del Fuoco”. Il parroco, accompagnato da due chierichetti vestiti da angioletti che portavano ciascuno un cero benedetto, seguito dai consoli dell’università e dai maestri vetrai, si recava in tutte le fornaci e con i ceri benedetti appiccava il fuoco ai forni, che dopo un lento preriscaldamento erano pronti per la fusione del vetro. Il primo lavoro nella fornace, eseguito da un forte maestro, era la soffiatura di un grosso fiasco che il padrone della fornace riempiva di vino che veniva offerto insieme alla torta di riso come rinfresco conviviale di inizio lavorazione. Questa tradizione era denominata “Bagnare la Piazza”. Oggi ad Altare si ricorda ancora questa tradizione con la Fiera di San Martino e la lavorazione del vetro nelle fornaci di Villa Rosa.
Dimostrazione dal vivo della lavorazione del vetro in fornace
Nelle giornate di venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 novembre – giorno dedicato all’annuale Sagra di San Martino nelle vie del paese di Altare – sarà presente presso la fornace di Villa Rosa il Maestro francese Jean-Marie Bertaina per una dimostrazione dell’antica arte della soffiatura del vetro in fornace.

IL MAESTRO: Jean-Marie Bertaina è impegnato nella lavorazione del vetro sin dal 1964 a Biot, piccolo e affascinante paese sulle colline del sud della Francia, noto per la produzione di vetri artistici. Per il Museo dell’Arte Vetraria Altarese, dà vita ai progetti presentati dai vari designer, materializzando gli oggetti esposti ogni anno durante l’evento “Altare Vetro Design”.

L’accesso alle fornaci nel giardino della Villa è libero e gratuito.

ALTARE VETRO DESIGN

In water in design:
sete di conoscenza
sete di sopravvivenza

 

Dal 16 ottobre al 5 dicembre

Inaugurazione mostra

Sabato 16 Ottobre h 17.00

 

Giunta alla decima edizione, Altare Vetro Design rappresenta ormai un appuntamento fisso, grazie al quale il Museo dell’Arte Vetraria Altarese con la sua fornace presente nel giardino di Villa Rosa si pone al centro del dialogo tra designer e maestri vetrai.
Protagonista di questa edizione di Altare Vetro Design è Roberto Marcatti – architetto, designer, docente, imprenditore e ambientalista milanese radicato da anni in Puglia. La mostra In water in design: sete di conoscenza sete di sopravvivenza presenta al pubblico una selezione della vasta produzione del designer, dagli oggetti degli anni Ottanta fino ai progetti più recenti tenendo conto di un processo di analisi del mondo del design dal punto di vista culturale.

 

Per saperne di più

Museo dell'Arte Vetraria Altarese

Piazza del Consolato, 4- 17041 Altare (Sv)

Tel. 019.584.734 - Fax. 019.589.93.84

Cell. +39.377.55.39.880

Mail. info@museodelvetro.org

Mappa del Sito - Privacy - Privacy Cookies - Privacy | I Miei Dati

Con il contributo

Il MAV fa parte del

Facebook
Twitter
YouTube
INSTAGRAM
Flickr
TripAdvisor