Museo dell'Arte Vetraria Altarese

Archivio mostre

ALTARE VETRO DESIGN/ALTARE VETRO ARTE 2016, 

dal 1 ottobre al 20 novembre 2016

INVITO 2016Sesta edizione di “Altare Vetro Design-Altare Vetro Arte”, le manifestazioni che ogni anno coinvolgono designer e artisti, invitati a cimentarsi con il vetro. Un’occasione d’incontro, di dialogo, di confronto in modo che Altare possa trasmettere e rendere ancora attuale e vivo il proprio secolare “saper fare”.
Nel 2016 si sono svolte nello stesso arco temporale, dal 1 ottobre al 20 novembre, accomunate da un denominatore comune: entrambe, infatti, hanno per protagonista una donna, che grazie alla sua sensibilità, realizzerà ad Altare le sue creazioni.
La scelta “di genere” intende collegarsi idealmente con la manifestazione W. Women in Italian Design, la nona edizione del Museo del Design alla Triennale di Milano, allestita in concomitanza con la XXI edizione della manifestazione Internazionale: un’occasione per presentare oggetti realizzati e progettati da donne, attive dall’inizio del XX secolo fino ai giorni nostri in molteplici campi di intervento.

Per Altare Vetro Design è stata invitata  Nicoletta Negro, architetto savonese, che ama completare i propri progetti di interni con pezzi unici, appositamente disegnati. L’oggetto d’uso, quindi, anche se non realizzato per una produzione seriale, è però tema di una sua costante riflessione.
Per Altare Vetro Arte, invece, l’invito è stato rivolto a  Miriam Di Fiore argentina di origine, ma italiana d’adozione, che fa un uso magistrale della vetrofusione, realizzando oggetti e opere d’arte in cui il mondo della natura è reso con sottili, delicatissimi segni.
Se sarà Miriam in persona a realizzare le sue creazioni che si ispirano ad Altare, i progetti di Nicoletta, legati, come sempre, al tema dell’oggetto d’uso, tipologia caratteristica della tradizionale produzione vetraria altarese, saranno realizzati nella fornace nel giardino del Museo dal maestro francese Jean-Marie Bertaina. Caratteristica della produzione di Bertaina, che opera a Biot, nelle Alpi Marittime, è la capacità di creare oggetti d’uso, ma anche sculture, attento a rendere effetti particolari, che richiamano, ad esempio, l’opacità del metallo.

 

NATALE SOTTOVETRO. IL FERMACARTE NEL MONDO

MT5-300x200La storia dei fermacarte inizia nel 1845, quando fanno la loro comparsa a Venezia, in Francia e nel centro Europa. Nati con lo scopo di “fermare le carte” nelle vetrerie, ben presto hanno assunto la funzione di oggetti decorativi nelle case della media borghesia. Nel cosiddetto “periodo d’oro”, che va dal 1845 al 1860, le vetrerie francesi hanno prodotto stupendi esemplari che sono tutt’oggi al vertice della produzione di ogni tempo. Nella seconda metà dell’800, i vetrai statunitensi, entusiasti degli esemplari visti in Europa, portano nel New England maestranze francesi, dando vita ad una produzione di fermacarte di buona qualità. Nello stesso periodo fiorirono numerose produzioni in Inghilterra e Scozia, e sul finire del secolo in Belgio, Germania e Boemia. Oggi i fermacarte vengono creati da vetrerie francesi e scozzesi, ma soprattutto da singoli vetrai, negli Stati Uniti ed in Scozia, dando vita ad esemplari di altissima qualità. Nella mostra al Museo dell’Arte Vetraria di Altare vengono presentati esemplari che ripercorrono lo sviluppo storico dal 1845 ad oggi, con fermacarte di tutte le principali vetrerie che hanno operato in passato e di quelle in attività nei nostri giorni. Gli oggetti in mostra provengono dalle collezioni di Franco M. Bobbio Pallavicini e Diego Pinasco, mentre una sezione è dedicata alla produzione dei fermacarte nelle vetrerie altaresi. Anche quest’anno, per la 7° edizione, i visitatori riceveranno un biglietto per l’estrazione di un premio, che sarà estratto a fine manifestazione. I più fortunati riceveranno un fermacarte in vetro.

 

dal 14 novembre 2015 al 31 gennaio 2016

ALTARE VETRO ARTE

5° EDIZIONE, la collezione di vetro contemporaneo del Museo dell’Arte Vetraria Altarese

manif_ava_14_web-724x1024

Inaugura il 14 novembre, alle ore 17, la quinta edizione di Altare Vetro Arte, la mostra organizzata dal Museo dell’Arte Vetraria Altarese che ogni anno ospita artisti invitati a confrontarsi con il materiale vetro.

Altare Vetro Arte, insieme alla parallela Altare Vetro Design, rappresentano ormai un appuntamento fisso, grazie al quale il Museo dell’Arte Vetraria di Altare con la piccola fornace presente nel giardino della villa si pone al centro del dialogo tra designer e artisti da un lato e maestri vetrai dall’altro.

Dal 14 novembre fino a 31 gennaio 2016 andrà dunque in scena Altare Vetro Arte. Quest’anno la manifestazione sarà l’occasione per presentare le opere di artisti moderni conservate nei depositi del Museo. Opere che nel corso degli anni diversi artisti, in occasione di mostre o di eventi particolari, hanno donato e che costituiscono un fondo prezioso e di grande interesse che si intende valorizzare e far conoscere. Sono infatti presenti opere di: Sara Fassin, Rossella Gilardoni, Rosanna La Spesa, Alessandro Lenarda, Silvia Levenson, Nando Luraschi, Franca Moraglio Giugurta, Anna Maria Y Palacios, Mario Seguso, Adriano Tuninetto, Silvio Vigliaturo. Sono inoltre presenti le opere realizzate durante le prime quattro edizioni di Altare Vetro Arte, nelle quali gli artisti si sono cimentati, nei laboratori del museo, con la vetrofusione: Anna Caruso, Enzo Esposito, Luciano Fiannacca, Ito Fukushi, Matteo Giagnacovo, Annamaria Gelmi, Enzo L’Acqua, Graziano Marini, Carlo Nangeroni, Isabella Nazzarri, Renza Sciutto e Juan Segura.

Una sezione della mostra sarà poi dedicata agli oggetti realizzati dai maestri vetrai durante Altare Glass Fest, l’evento durante il quale maestri vetrai provenienti da tutto il mondo si alternano al lavoro nella fornace del Museo, ognuno presentando la propria arte e la personale capacità tecnica. Sono presenti opere di: Francesco Aiazzi, Reno Bardella, Jean-Marie Bertaina, Elio e Luigi Bormioli, Paolo Crepax, Josean Garcia JoGa Glass, Antoine e Robert Pierini, Elena Rosso, Gustavo Saucedo, Livio Serena, Giancarlo Signoretto, Francesco Terreni.

Le manifestazioni, ideate da Mariateresa Chirico ed Enzo L’Acqua e promosse dall’ISVAV (Istituto per lo Studio del Vetro e dell’Arte Vetraria) e dal Museo dell’Arte Vetraria Altarese, coinvolgono designer e artisti, invitati a cimentarsi con il vetro, in un rapporto sinergico con i maestri altaresi e non, in un reciproco, intenso e proficuo scambio di competenze e conoscenze. Un’occasione d’incontro, di dialogo, di confronto in modo che Altare possa trasmettere e rendere ancora attuale e vivo il proprio secolare “saper fare”. Non soltanto, quindi, la tutela e lo studio del passato – di cui mirabile esempio è il Museo con la sua prestigiosa e singolarissima collezione – ma anche un’attività di ricerca legata a chi opera oggi nel mondo del vetro. il Museo di Altare si propone, quindi, come luogo di incontro e di confronto, in cui dialoga la ricerca più avanzata con la tradizione del passato.

Altare, piccolo centro dell’entroterra ligure, lega la sua storia millenaria alla lavorazione del vetro. Sin dal Medioevo la produzione vetraria ha caratterizzato la vita economica e sociale del paese, rendendolo famoso nel mondo per la realizzazione di vetri d’uso, da farmacia e di oggetti artistici. La lavorazione “à la façon d’Altare”, grazie anche alla tendenza migratoria dei vetrai altaresi, si è diffusa in tutta Europa, dando fama e prestigio al paese. Ancora oggi, infatti, il comparto del vetro costituisce una delle più importanti risorse produttive ed economiche dell’intera Val Bormida.

Con il patrocinio di

LOGO_AIHV_DEF-150x150

 

ALTARE VETRO DESIGN 2015, 5° EDIZIONE

manif_avd_base-212x300

Dal 26 settembre 2015 al 1 novembre 2016

Giunto alla quinta edizione, Altare Vetro Design e Altare Vetro Arte rappresenta ormai un appuntamento fisso, grazie al quale il Museo dell’Arte Vetraria di Altare con la piccola fornace presente nel giardino della villa si pone al centro del dialogo tra designer e artisti da un lato e maestri vetrai dall’altro.
Ospite della rassegna è MatteoZorzenoni, giovane designer trevigiano, attivo a livello internazionale, che , in omaggio anche a Expo 2015 e alla riflessione legata al cibo, si è concentrato sulla reinterpretazione del bicchiere, tipologia ampiamente praticata nei secoli dai vetrai altaresi, vero best seller della loro produzione. La ricerca di Matteo Zorzenoni, attenta certo alla forma e alla funzionalità, si appunta principalmente sui materiali, interessato alle loro peculiarità, stimoli e vincoli alla progettazione. Le sue creazioni, talvolta ironiche, coniugano il rigore geometrico con elementi morbidi, che richiamano il mondo naturale, in vetro incolore ma anche colorato. Spesso materiali diversi si trovano affiancati in un medesimo oggetto, in cui il contrasto diventa elemento di forza e di grande efficacia.
Il maestro francese Jean-Marie Bertaina, che opera a Biot, nelle Alpi Marittime, realizzerà nella fornace del Museo i progetti del designer. Caratteristica della produzione di Bertaina è la capacità di creare oggetti d’uso, ma anche sculture, attento a rendere effetti particolari, che richiamano, ad esempio, l’opacità del metalloLa manifestazione, arrivata nel 2015 alla quinta edizione, si terrà dal 26 settembre al 1 novembre.

 

NATALE SOTTOVETRO, 6° EDIZIONE

2014_locandina_pic-212x300
Dal 13 dicembre 2014 al 31 gennaio 2015

E’ giunta alla sesta edizione la tradizionale mostra natalizia del Museo di Altare Natale Sottovetrodedicata quest’anno al vetro ed alla ceramica. Vasi di vetro, di ceramica e non solo, forme bizzarre, prodezze artistiche che stupiranno il visitatore della mostra. Capacità dei Maestri vetrai e ceramisti di esprimersi e di saper interpretare al meglio creatività di architetti e designer di ieri e di oggi. Monocromia e tanto colore, quasi a voler sottolineare l’ottimismo e la voglia di stupire. La Mostra “VETRO E CERAMICA IERI E OGGI”, espone una seducente raccolta di rare preziosità provenienti da diverse parti d’Italia e dall’estero,dal primo novecento ai giorni nostri. Opere inedite in gran parte provenienti da collezioni private, esposte per la prima volta ai visitatori del museo. Il Museo dell’Arte Vetraria Altarese, in collaborazione con l’Associazione Ceramisti di Albisola Superiore si è posto l’obbiettivo della valorizzazione del patrimonio culturale del territorio della nostra Provincia. Tale patrimonio può diventare un volano per lo sviluppo economico locale, nella misura in cui si integrino risorse all’interno di aree connotate da identità territoriali forti e riconoscibili. La mostra vede inoltre la collaborazione dei maestri vetrai di Biot, centro artigianale della Costa Azzurra, che arricchiscono l’esposizione con le loro opere. Un confronto tra oggetti legati ai diversi centri produttivi, uno scambio di esperienze che allargano le prospettive di chi si avvicina all’arte e all’artigianato ligure e non solo. Durante l’inaugurazione, concerto dell’Associazione Culturale Mousikè di Cairo Montenotte: Mara Colombo alla viola da gamba, Roberta Pregliasco a serpentone e saquebote e Federico Demarchi all’organo.

 

ALTARE VETRO ARTE 2014, 4° EDIZIONE

2014_AVA_fb-300x105dall’8 novembre al 31 gennaio 2015

Quarta edizione per la rassegna “Altare Vetro Arte”, curata da Enzo L’Acqua, che si terrà dall’8 novembre al 31 gennaio al Museo dell’Arte Vetraria di Altare, con le opere che vedono protagonisti Anna Caruso, Matteo Giagnacovo e Isabella Nazzarri, tre artisti che hanno offerto il proprio contribuito a un serrato dialogo tra le proprie personali attitudini estetiche e operative e la sorprendente versatilità creativa del vetro.
Coadiuvati dal vetraio Vincenzo Richebuono, tutti e tre gli artisti hanno sviluppato un percorso di ricerca che se da un lato riflette l’impianto formale e compositivo della loro individuale esperienza pittorica, dall’altro risulta arricchito dalle trasparenze e dalla luminosità del vetro.

 

ALTARE VETRO DESIGN 2014, 4° EDIZIONE

manif_avd_base_pic-150x150Quarta edizione per Altare Vetro Design e Altare Vetro Arte, un duplice appuntamento che intende presentare alcune proposte, legate alla progettazione e alla creatività artistica, realizzate dai maestri vetrai altaresi operanti nella piccola fornace del Museo dell’Arte vetraria di Altare. Il primo appuntamento è con ‘ALTARE VETRO DESIGN’ a partire dal 27 settembre fino al 2 novembre. Per l’edizione 2014 è stata invitata Annalisa Cocco, designer sensibile e rigorosa, che vanta una consolidata esperienza nell’ambito della progettazione con il vetro. Nei suoi lavori lineari, puliti ed essenziali sono forti i rimandi al mondo dell’Oriente – e del Giappone in particolare – e la funzionalità è sostenuta da una grande pulizia formale. In occasione della rassegna Annalisa ha progettato una serie di bottiglie e un bicchiere, entrambi in vetro bianco. Ha realizzato le opere di Annalisa Cocco il maestro vetraio muranese Reno Bardella. Nato a Murano nel 1952, è conosciuto da tutti come Moreno, inizia il suo apprendistato in diverse fornaci, perfezionandosi poi come maestro da Ferro & Lazzarini e affrontando diverse tecniche, dal soffiato al massello. Per la sua manualità istintiva eccelle nelle dimostrazioni, ineguagliabile nella lavorazione “alla prima”. La sua esperienza lo ha spinto per cinque anni negli Stati Uniti, in Florida, dal 1987 al 1991. Ad Altare ha lavorato con il supporto dell’altarese Vincenzo Richebuono.

 

“SULLO SCANDALO METALLICO”. ESPOSIZIONE DI LASTRE IN FERRO DI ALESSANDRO CARNEVALE

carnevaleDal 10 maggio al 22 giugno 2014

Alessandro Carnevale (Savona, 1990) è pittore, scrittore e musicista.
Perfezionando una tecnica difficile da dominare, complice l’utilizzo di acidi per controllare l’ossidazione del metallo, Carnevale sviluppa un personalissimo linguaggio pittorico dipingendo archeologie industriali su lastre di ferro e acciaio: affascinato dalle trame che la ruggine tesse naturalmente sui metalli, l’artista riesce ad integrare l’ossido nell’insieme del “dipinto”, creando un autentico ritratto del mondo post industriale.
Le opere tratte da questo “Scandalo Metallico” sono state e saranno in mostra a Roma, Genova, Berlino, New York, Hong Kong, Helsinki.

 

ALTARE VETRO ARTE IN MOSTRA A ROMA. GALLERIA SpazioAquadro, Roma

spazioAquadroDal 12 al 17 giugno 2014

Opere in Vetrofusione di Enzo Esposito,Luciano Fiannacca, Annamaria Gelmi, Fukushi Ito, Enzo L’Acqua, Graziano Marini, Carlo Nangeroni, Juan Segura, Renza Sciutto.
SpazioAquadro ha il piacere di annunciare che il giorno 12 giugno 2014 alle ore 19.00 inaugurerà, in collaborazione con il museo dell’Arte Vetraria Altarese, la mostra collettiva di Luciano Fiannacca, Annamaria Gelmi, Fukushi Ito, Enzo L’Acqua, Graziano Marini, Carlo Nangeroni, Juan Segura, Renza Sciutto, artisti di fama internazionale che esporranno le loro recenti opere realizzate con la tecnica della vetrofusione, con lo sfondo delle opere pittoriche di Irene Balia.
L’evento segna l’avvio di un rapporto d’interazione tra SpazioAquadro e il prestigioso Museo dell’Arte Vetraria di Altare, borgo dell’entroterra savonese la cui comunità è ed è stata protagonista della storia dell’arte vetraria fin dall’ XI secolo, epoca in cui sono nati le prime fornaci di fusione del vetro e i maestri vetrai altaresi diventati famosi in tutto il mondo per la loro capacità di creare oggetti di grande fascino estetico. Il museo ha sede nello scenario di Villa Rosa, splendido edificio di stile liberty, che ospita una rassegna di opere di epoche diverse, a partire dal 1650.
Di recente il museo si è aperto all’arte contemporanea con “Altare Vetro Arte”, mostra a cadenza annuale in cui importanti artisti di diverse nazioni, con la collaborazione dei maestri vetrai, hanno dato vita a mostre di grande successo di pubblico e critica.
L’evento organizzato da SpazioAquadro ha l’obiettivo di portare all’esterno del museo, per la prima volta in assoluto,questa importante esperienza e creare stimoli utili ad arricchire la scena dell’arte contemporanea.
Per maggiori informazioni
http://www.spazioaquadro.it/

 

NATALE SOTTOVETRO, 5° EDIZIONE “FORMA E COLORI ANNI CINQUANTA”

locandina-2012-150x150Dal 7 dicembre 2013 al 31 gennaio 2014

Giunta alla quinta edizione, la tradizionale mostra natalizia di Altare “Natale Sottovetro” è dedicata quest’anno ai vetri degli anni Cinquanta. Vasi di vetro e non solo, forme bizzarre, prodezze artistiche che stupiranno il visitatore della mostra. Capacità dei maestri vetrai di esprimersi e di saper interpretare al meglio la creatività di architetti e designer dell’epoca. Monocromia e tanto colore, quasi a voler sottolineare la rinascita post-bellica e la ripresa economica, l’ottimismo e la voglia di stupire. Diversi esemplari sono esposti nel Museo di Altare e molti sono quelli che abbelliscono e arricchiscono mobili e mensole delle case private. E’ infatti cosa non rara ammirarne alcuni, oltre le finestre aperte, semplicemente passeggiando per le strade del paese.
La mostra Forma e colori anni Cinquanta, spazia entro ed oltre i confini del piccolo borgo appenninico ligure, raccogliendo in una seducente raccolta preziosità rare provenienti da diverse parti di Italia. Un piccolo stimolo a far conoscere ed apprezzare il magico mondo del vetro, in linea con le manifestazioni portate avanti dal MAV negli ultimi anni, prima fra tutte l’AltareGlassFest.

 

ALTARE VETRO DESIGN / ALTARE VETRIO ARTE 2013

manif_avd_13_web-212x300Dal 14 settembre al 20 ottobre 2013

‘ALTARE VETRO DESIGN’, edizione 2013, ha visto coinvolti i designer Laura Fiaschi e Gabriele Pardi dello studio GUMDESIGN, architetti e designer di Viareggio che si occupano di architettura, industrial design, grafica, art direction per aziende ed eventi. La loro progettazione si esprime attraverso i più svariati materiali e le più diverse tipologie, sostenuta, però. sempre da una grande fantasia dai toni spesso ludici e da un rigore , che tiene conto delle caratteristiche tecniche, dei processi produttivi e delle necessità delle aziende. Non nuovi al particolare mondo del vetro, hanno progettato oggetti d’uso, alcuni dei quali arricchiti da una particolarissima valenza emozionale, come i calici “caratteriali”. Per maggiori informazioni visitate il sito www.gumdesign.it

 

manif_ava_13_web-150x150Dal 26 ottobre 2013 al 31 gennaio 2014

Terza edizione per la rassegna “Altare Vetro Arte”, che si terrà dal 26 ottobre al 31 gennaio al Museo dell’Arte Vetraria di Altare, con le opere che vedono protagonisti Enzo Esposito, Graziano Marini e Juan Segura, tre artisti che hanno offerto il proprio contribuito a un serrato dialogo tra le proprie personali attitudini estetiche e operative e la sorprendente versatilità creativa del vetro. Coadiuvati da Vincenzo Ricchebuono, gli artisti hanno sviluppato un percorso di ricerca che se da un lato riflette l’impianto formale e compositivo della loro individuale esperienza pittorica, dall’altro risulta arricchito dalle trasparenze e dalla luminosità del vetro. La manifestazione, ideata da Mariateresa Chirico ed Enzo L’Acqua, promossa dall’ISVAV e dal Museo dell’Arte Vetraria Altarese, fa seguito alla precedente rassegna dedicata al design e coinvolge artisti e designer invitati a cimentarsi con il vetro, in un rapporto sinergico con i maestri altaresi, in un reciproco, intenso e proficuo scambio di competenze e conoscenze. Un’occasione d’incontro, di dialogo, di confronto in modo che Altare possa trasmettere e rendere ancora attuale e vivo il proprio secolare “saper fare”.

 

NATALE SOTTOVETRO, 4° EDIZIONE RIFLESSI DI LUCE

locandina-2012-212x300Dal 1 dicembre 2012 al 31 gennaio 2013

Giunta alla quarta edizione, la tradizionale mostra natalizia di Altare “Natale Sottovetro” è stata dedicata ad antiche lumiere,“er lúmére” in dialetto altarese. Diverse forme di lampade a olio, più o meno raffinate, sono state esposte nel Museo di Altare e sono ancora presenti in molte abitazioni private, come testimoni di una vita familiare diversa da oggi, e, in rapporto al divenire del tempo, non ancora troppo lontana da quando gli stessi vetrai producevano personalmente le lampade per illuminare i diversi ambienti della propria casa. Esigenze, tecniche e professionalità che si perdono nella notte dei tempi e che sono lo specchio delle usanze e delle necessità di un’intera popolazione.
www.natalesottovetro.it

 

ALTARE VETRO DESIGN / ALTARE VETRO ARTE 2012

manif_avd_2012_02-150x150Seconda edizione per Altare Vetro Design/Altare Vetro Arte, un appuntamento che intende presentare alcune proposte, legate sia alla progettazione sia alla creatività artistica, e realizzate dai maestri vetrai altaresi operanti nella piccola fornace del Museo dell’Arte vetraria di Altare.‘ALTARE VETRO DESIGN’ a partire dal 22 settembre 2012 e fino al 4 novembre presso gli spazi del Museo dell’arte vetraria di Altre, ha ospitato nel 2012 Enrico D. Bona, architetto e designer, che vanta una lunga carriera all’insegna di una progettazione rigorosa. Recuperando una delle numerose tipologie praticate da sempre dai maestri altaresi, Enrico Bona con EDB Studio ha progettato un abat-jour, dalla linea pulita ed essenziale, quasi sospesa nell’aria, realizzata in serie, e un piccolo gadget. Nei locali del Museo hanno trovato spazio anche altri oggetti progettati dal designer sia in vetro sia in cristallo, nonché alcuni esemplari di oggetti diversi, che illustrano il suo percorso ideativo. Enrico Bona ha sempre affiancato l’attività “sul campo” nei tre studi di Milano, Genova e Parigi con l’impegno di docenza –alla Facoltà di Architettura di Milano prima e di Genova poi, fin dagli anni Sessanta – e con quello editoriale – nella redazione della rivista “Casabella” in anni di acceso dibattito critico; è autore inoltre di numerosi articoli e volumi monografici su alcune personalità della cultura del progetto. Durante l’inaugurazione, concerto di Loris Lombardo “Handpan concert”, strumenti rari che accompagnano in un viaggio onirico l’ascoltatore, una fusione tra concerto e meditazione. www.lorislombardo.it

 

manif_ava_11-150x150Dal 10 novembre 2012 al 6 gennaio 2013

Seconda edizione per la rassegna “Altare Vetro Arte”, con 14 opere che vedono protagonisti Annamaria Gelmi, Fukushi Ito e Carlo Nangeroni, tre artisti che hanno voluto accostare il loro stile pittorico all’impiego del vetro. Gelmi e Nangeroni hanno affidato la loro ricerca alla vetrofusione, creando formelle ispirate a loro precedenti opere pittoriche, mentre Fukushi Ito ha lavorato con il vetro soffiato, realizzato nella fornace del Museo dal maestro vetraio Elena Rosso, savonese, che si è formata proprio ad Altare sotto la guida del maestro Dorino Bormioli . Annamaria Gelmi: opera fin dagli anni Settanta, servendosi di materiali plastici; affianca alla ricerca pittorica la creazione di installazioni che dialogano con lo spazio circostante. Non è nuova al mondo del vetro che ha avvicinato fin dal 1978 in occasione di un soggiorno a Murano, dove ha avuto modo di collaborare con diversi maestri vetrai. Fukushi Ito: dagli anni Ottanta opera in Italia, dove si è trasferita dal Giappone. Nei suoi lavori mescola le radici della cultura che l’ha formata con quella occidentale, in un proficuo e stimolante dialogo, apprezzato anche a livello internazionale. Carlo Nangeroni: seguendo la vicenda biografica, quella pittorica oscilla tra Stati Uniti e Italia, ricca di scambi e contatti con le correnti artistiche più caratteristiche del secondo dopoguerra, dall’action painting all’informale. Le manifestazioni, ideate da Mariateresa Chirico ed Enzo L’Acqua e promosse dall’ISVAV (Istituto per lo Studio del Vetro e dell’Arte Vetraria) e dal Museo dell’Arte Vetraria Altarese, coinvolgono designer e artisti, invitati a cimentarsi con il vetro, in un rapporto sinergico con i maestri altaresi, in un reciproco, intenso e proficuo scambio di competenze e conoscenze. Un’occasione d’incontro, di dialogo, di confronto in modo che Altare possa trasmettere e rendere ancora attuale e vivo il proprio secolare “saper fare”.

 

ALTARE VETRO DESIGN / ALTARE VETRO ARTE 2011

9_manif_avd_021Altare si proietta nel mondo dell’oggi con un duplice appuntamento che intende presentare alcune proposte, legate sia alla progettazione sia alla creatività artistica, e realizzate dai maestri vetrai altaresi operanti nella piccola fornace del Museo. La manifestazione, ideata da Mariateresa Chirico ed Enzo L’Acqua, promossa dall’ISVAV (Istituto per lo Studio del Vetro e dell’Arte Vetraria) e dal Museo dell’Arte Vetraria Altarese, intende proporsi come un appuntamento ricorrente, che ogni anno andrà a coinvolgere designer e artisti, invitati a cimentarsi con il materiale vetro, all’insegna delle specificità della produzione altarese e usufruendo delle possibilità tecniche presenti nel Museo. Il primo appuntamento è con ‘ALTARE VETRO DESIGN’, curato da Mariateresa Chirico, a partire dal 24 settembre 2011 fino a 23 ottobre presso gli spazi del Museo dell’arte vetraria di Altare. Questa rassegna vede coinvolta la designer Patrizia Scarzella che, nel rispetto della tradizione locale, si è impegnata nella progettazione di un nuovo oggetto di vetro, realizzato in una piccola serie. Sono esposti anche gli altri interventi della designer, realizzati con questo materiale, oltre ad alcuni prodotti, che ne contestualizzano l’intero percorso progettuale. Patrizia Scarzella, architetto e designer milanese, nonché giornalista per varie testate di arredo e design, vanta una consolidata esperienza progettuale in moltissimi ambiti, compreso quello vetrario, sia in campo industriale sia nel complemento.

 

manif_ava_11-212x300Dal 29 ottobre 2011 (fino al 27 novembre), entra in scena l’oggetto artistico con ‘ALTARE VETRO ARTE’, rassegna curata da Riccardo Zelatore, che presenta tre artisti liguri – Enzo L’Acqua, Luciano Fiannacca, Renza Sciutto – che hanno affidato la loro espressività alla vetrofusione, realizzando le loro opere all’interno del Museo di Altare. Il Museo di Altare con ALTARE VETRO DESIGN e ALTARE VETRO ARTE intende offrire a cadenza annuale a progettisti e ad artisti l’opportunità di cimentarsi con il vetro, in un rapporto sinergico con i maestri altaresi, in un reciproco, intenso e proficuo scambio di competenze e conoscenze. Un’occasione di incontro, di dialogo, di confronto in modo che Altare possa trasmettere e rendere ancora attuale e vivo il proprio secolare “saper fare”.

 

OMAGGIO A MASSIMO VELLA

vella_2011Ad un anno dalla scomparsa del collezionista savonese, il Museo dell’Arte Vetraria, in collaborazione con l’Associazione Culturale “R. Aiolfi” di Savona hanno dedicato un’esposizione alla donazione Massimo Vella. Collezionista appassionato, uomo molto attivo in ambito culturale, Vella ha donato al Museo una prestigiosa collezione di oggetti in vetro di Murano, risalenti al periodo tra gli anni ‘30 e ‘40 del secolo scorso. Oltre alla collezione Vella, è stata esposta per l’occasione la mostra fotografica “L’architettura futurista e razionalista negli anni ‘30”, curata dallo stesso Massimo Vella insieme a Ottavio Calligaris, riallestita dopo il grande successo del 2009 per gentile concessione del Comune di Albissola Marina.

 

I VETRAI DI ALTARE IN ARGENTINA

argentina_2010La mostra “I vetrai di Altare in Argentina” è la grande retrospettiva sui vetrai altaresi in Sudamerica. Il paese di Altare è noto per essere stato un importante centro vetrario dal Medioevo ai giorni nostri e i suoi vetrai sono stati protagonisti di importanti fenomeni migratori, dal XV al XIX secolo in Italia e in Europa, nel XIX e XX secolo in Africa e in America Latina, l’ultimo dei quali ha portato nel 1947 un gruppo di vetrai nella Provincia di Santa Fe, Argentina, dove realizzarono quattro vetrerie per la lavorazione a mano del cristallo, tra le quali la Cristalería San Carlos, tuttora attiva a San Carlos Centro. Dopo quasi due anni di ricerche e la firma di un gemellaggio con la cittadina di San Carlos Centro, Altare ha reso omaggio ai suoi coraggiosi pionieri del passato, organizzando le mostre “I Vetrai di Altare in Argentina” e “Pueblos Hermanos”. La prima ripropone la storia della migrazione dei vetrai di Altare in Argentina nell’immediato dopoguerra e dello sviluppo delle vetrerie di scuola altarese nella Provincia di Santa Fe, dove si realizzò l’incontro tra i vetrai altaresi e i vetrai muranesi e boemi successivamente emigrati nella stessa area. La mostra fotografica Pueblos Hermanos di Marco Saroldi racconta le vite dei due paesi di Altare e di San Carlos Centro con uno sguardo parallelo che trasmette affinità e differenze di due popoli nati dalle stesse radici. Attraverso una duplice serie di 25 ritratti si mettono in relazione gli stessi protagonisti di un paese con quelli dell’altro, ripresi nei propri luoghi di attività.

 

NATALE SOTTOVETRO

4_natale_sottovetro_img_sito“Natale Sottovetro” è la manifestazione organizzata ogni anno dalla ProLoco di Altare in collaborazione con l’I.S.V.A.V. Sul filo conduttore del Natale, ogni anno la mostra si declina su tematiche differenti. Le prime tre edizioni sono state dedicate a: edizione 2010 “Collettiva di artisti da Liguria, Piemonte e Toscana, 2011 “Il vetro nella liturgia cristiana” e 2012 “Curiosità, fantasia d’arte nel vetro”.

 

FUTURALTARE

MANIF 70X100 2La mostra “FuturAltare. L’avventura degli altarini futuristi” è l’evento principale organizzato nel 2009 per le Celebrazioni per il Centenario del Futurismo. La mostra è stata dedicata all’entusiasmante stagione che il movimento d’avanguardia ha vissuto nel paese di Altare, piccolo centro culturalmente molto attivo grazie anche all’estro dei suoi vetrai, laboriosi artigiani e al contempo “curiosi della vita”. Dalle prime testimonianze degli anni ’20 il pubblico ha potuto seguire il crescere della “frenesia futurista” in Altare, che toccò il suo punto più alto in occasione della visita di Filippo Tommaso Marinetti, l’8 agosto 1932. Marinetti visitò il paese e la S.A.V., e prese parte a un memorabile pranzo in stile futurista. Sono stati poi analizzati i cambiamenti di gusto nella produzione vetraria, derivanti dalle frequentazioni con tali e altri innovatori nel campo delle arti. Per tutto il 2009, inoltre, il Comitato per le Celebrazioni del Centenario del Futurismo di Altare ha organizzato numerosi eventi collaterali e collaborazioni, coinvolgendo la popolazione con un programma diversificato.

 

L’UNIVERSITA’ DELL’ARTE VETRARIA DI ALTARE E VIGLIATURO

2_vigliaturo_20081La mostra “L’Università dell’arte vetraria di Altare e Vigliaturo”, organizzata nel 2008, ha fatto colloquiare due tipi di lavorazione completamente iversi, accostando i pezzi della collezione museale con le sperimentazioni in vetrofusione del maestro Silvio Vigliaturo. Vigliaturo, calabrese di nascita e piemontese d’adozione, è maestro della vetrofusione, e la sua opera è conosciuta e apprezzata a livello internazionale. L’inesauribile ricerca sui colori e sulle forme permette di cogliere nei suoi lavori il simbolo di una lotta costante a favore della purezza del colore e della ricchezza espressiva della materia.

 

TEOBALDO ROSSIGNO

1_teobaldo-216x300“Teobaldo Rossigno: vetri anni ’50 ad Altare” è la rassegna di oggettistica in vetro disegnata dall’architetto altarese negli anni ’50 e ’60, e realizzati in collaborazione con i maestri vetrai altaresi, i tecnici e i dirigenti della Società Artistico-Vetraria. Una collezione di oggetti artistici che si inserirono in un momento culturale in cui in Italia importanti designer realizzavano ricerche e sperimentazioni in vari campi dell’artigianato e dell’industria, anche grazie all’introduzione di nuovi materiali. Da non dimenticare infine il fatto che queste produzioni sono una delle ultime lavorazioni artigianali realizzate nella vetreria di Altare, in un periodo denso di cambiamenti.

Museo dell'Arte Vetraria Altarese

Piazza del Consolato, 4- 17041 Altare (Sv)

Tel. 019.584.734 - Fax. 019.589.93.84

Mail. info@museodelvetro.org

Mappa del Sito - Privacy - Privacy Cookies

Con il contributo

Facebook
Twitter
YouTube
Flickr
TripAdvisor